1 marzo 2017

Chiacchiere

Buongiorno!!!!!!

Eccoci qua, all'alba di MARZO... con il primo post del 2017!!!!!
Meglio tardi che mai.... come si suol dire eh!?!??!
Mi auguro mi abbiate comunque continuato a seguire sui social... da cui non ho disertato come qua...anzi!!
Come state!?!?! Continuate a cucinare?
Io tra il lavoro, la casa, impegni quotidiani e tentativi di relax nei momenti liberi.. non sto cucinando chissà quanto... ma non ho proprio resistito e le chiacchiere le ho dovute fare!

Carnevale per me vuol dire profumo di fritto, zucchero a velo che si appiccica alle dita, vassoi traboccanti di chiacchiere lasciati sul tavolo della cucina....
Settimana scorsa ho provato la ricetta di mia mamma, che però non mi ha soddisfatta del tutto... non erano per niente come le sue... proprio lontane anni luce.
Questa di oggi invece è' del maestro Iginio Massari, quindi una certezza.
E' un impasto davvero semplice da fare, con presenza prepotente - anzi, totale - di farina manitoba che il maestro suggerisce come ottima per questo tipo di creazioni...
E allora... vi stra consiglio di provarle!!!
Io ho impiegato un'oretta tra stenderle e friggerle (+ un'ora di riposo della pasta, che si prepara però in un attimo), con l'aiuto fondamentale del mio amico Marco.
Se le fate da soli invece contate anche due orette....

Con queste dosi ve ne verranno davvero tante anche se, non so da voi, ma da me durano si e no un giorno nonostante l'abbondante quantità...
sarà che sono così sottili, così croccanti... che una tira l'altra!!!
Non perdo altro tempo... 
Vi lascio la ricetta...
e buon carnevale a chi l'ha già festeggiato e a chi ancora è in attesa di farlo!!
C.
Ingredienti per due vassoi pieni di chiacchiere*

- 500g di farina manitoba
- 60g di zucchero semolato
- 60g di burro morbido
- 175g di uova (circa 3 se medie, 3 e 1/2 se piccole)
- 50g di liquore (marsala, passito.. quello che avete a casa)
- 5g di sale fino

- olio di arachidi per friggere
- zucchero a velo come se non ci fosse un domani

Prepariamo l'impasto

Io ho messo man mano i vari ingredienti nella planetaria, con gancio k.
Iniziate con farina setacciata, zucchero, sale e burro morbido.
Azionatela a media velocità.
Aggiungete un uovo alla volta (se invece dovete usarne 3 e mezzo mescolateli bene in una ciotola e  aggiungeteli un pochino alla volta).
Infine inserite nella planetaria il liquore.

Otterrete un impasto abbastanza liscio e omogeneo.
Lavoratelo per poco con le mani e copritelo con pellicola.
Lasciatelo riposare un'oretta a temperatura ambiente.

Trascorsa l'ora di riposo....

Tagliate un pezzo di pasta alla volta.
Infarinate bene sia la macchina che la pasta prima di tirarla**.
Tiratela con la mitica nonna papera. Iniziate dallo spessore maggiore e senza saltarne arrivate fino al penultimo!
Noi ce l'abbiamo fatta senza che la pasta si rompesse o rovinasse!!!
Super!

Si frigge!

Mettete a scaldare abbondante olio in una padella.
Preparatevi un piatto con della carta assorbente su cui poggerete le chiacchiere fritte.

Quando l'olio raggiunge la temperatura (mettendo uno stuzzicadenti si creano subito intorno a esso delle bollicine) buttate tre o quattro chiacchiere alla volta.
Giratele subito e scolatele su carta assorbente. Le prime vi verranno o troppo cotte o troppo chiare... Dovete prendere la mano con qualcuna. Poi il gioco è fatto!
Vi consiglio piuttosto di farle bruciare di toglierle un attimo prima, anche se vi sembreranno chiare.

Proseguite fino a terminare la pasta.
Una volta raffreddate ricoprite con TANTISSIMO zucchero a velo!!!!!!

E voi quale ricetta avete nel cuore per carnevale?

* Non so dirvi esattamente quanti grammi vengano con queste dosi, ma io ho davvero riempito due bei vassoi
**Occhio, la pasta stesa tende a seccarsi rapidamente, quindi o avete rinforzi come ho avuto io oppure vi consiglio di stenderne un po, friggere e poi ricominciare a stendere (lasciandola nel frattempo nella pellicola).

Nessun commento:

Posta un commento