14 ottobre 2013

ripetiamo insieme: creare la pasta brisè non è un'impresa da super chef. la mia tarte tatin alle pere!

Ok, ragazzi. Io ne sono convinta. Lo siete pure voi?
Da quando cucino sento che la mia pratica è cambiata. Se prima mi esaltavo da matti per aver creato una torta salata carina con la pasta brisè acquistata, ora preferisco creare tutto.
Voglio tentare le ricette più svariate, in particolare le basi come per esempio la pasta brisè.. voglio cercare di acquistare meno "cose pronte" possibili. So che non sempre è possibile, sono la prima ad essere con l'acqua alla gola per pranzi e cene, ma appena vi dico come la faccio io.. vedrete, è semplice e.. che soddisfazione avrete nel presentare qualcosa di fatto completamente dalle vostre manine? A mio avviso, tantissima!



Senza contare la possibilità di utilizzare ingredienti che avete acquistato voi, che avete pesato voi, non un mix di... bo....
Ok, basta smetto di dilungarmi, ma mi faccio prendere! Provate e mi direte.... credo in voi!

C.


ps: la tarte tatin solitamente si fa con la pasta frolla, ma io l'ho variata!

Ingredienti per una teglia/pentola (20 cm)

Per la pasta

- 100g di farina
- 50g di burro ammorbidito
- 16g d'acqua
- un pizzico di zucchero (facoltativo)

Per la farcia 

- 3 pere grandi (o le mele, come prevede la ricetta originale della tarte tatin)
- cannella (facoltativa)
- 3 cucchiai di zucchero di canna
- un pizzico di cacao
- 3 amaretti sbriciolati

Come si prepara?

Pesate l'acqua in un bicchiere e mettetela subito in freezer.
Versate in una ciotola farina setacciata e burro (se non avete tempo di farlo ammorbidire potete farlo sciogliere o al microonde o in un pentolino sul fuoco bassissimo). Mischiate bene (aggiungete un po' di zucchero se volete rendere dolce la pasta, io non l'ho messo, per tenerla neutra) e a questo punto aggiungete pian piano l'acqua (che non si sarà raffreddata esageratamente ma sicuramente non è calda, che andrebbe a sfavore del burro). Lavorate velocemente e.. vedrete che magia! Tutto si unisce e voilà. Create una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e ponete in frigorifero per almeno mezzoretta.

Intanto preparate le pere. Sbucciatele, togliete i semini, tagliatele a pezzetti e lasciatele un momento da parte. Accendete il fuoco sotto una pentola che possa andare in forno (se non l'avete, fate la medesima operazione che vado a descrivervi per le pere e poi le trasferite in una teglia da forno). Ponete lo zucchero di canna e lasciate che inizi a caramellare.
Versate le pere tagliate, fatele caramellare per bene, a questo punto aggiungete la cannella se vi piace, il cacao e gli amaretti sbriciolati.
Mischiate leggermente, lasciate caramellare il tutto.
Tenete sul fuoco ancora per qualche secondo.


Spegnete e lasciate da parte.

Accendete il forno a 180°.
Tirate fuori dal frigo la palla.
Prendete un pezzo di carta forno abbastanza grande.
Versate una manciatina di farina per fare in modo che non si attacchi la pasta.
Infarinate anche il mattarello e iniziate a stendere la pasta.
A me piace molto sottile. In questo modo in effetti mi è avanzata un po' di pasta che ho poi usato per una ricetta.. salata (dal momento che tanto non avevo messo lo zucchero nell'impasto) !
Ah potete sempre congelarla la pasta avanzata eh!


Cercate di infilare lungo i bordi della pentola la pasta. Tagliate con un coltello quella in eccesso e infornate! Attendete circa 20 minuti, ma valutate anche in base alla pasta, se abbastanza dorata è pronta! Poi dipende dallo spessore ovviamente.
Lasciate raffreddare e capovolgetela su un piatto.. boooon appetit!!

Ottima servita con un pallina di gelato alla crema o un po' di panna semi montata. 

Nessun commento:

Posta un commento